Le provvigioni Amazon ed eBay ti dissanguano?

Ecco come puoi sfruttarle per guadagnare di più!

 

Amazon, eBay, eprice, cDiscount e gli altri marketplaces, sappiamo benissimo come funzionano:
offrono una grande visibilità, che permette di iniziare a vendere da subito (sicuramente più velocemente che con il tuo sito).

Va tutto bene fino a quando poi incappiamo in:

  • clienti permalosi (per non dire fuori di testa) che ci lasciano feedback negativi immeritati;
  • spedizioni partite in ritardo;
  • la merce non consegnata dal corriere;
  • concorrenti che ci fanno la guerra dei prezzi

    … insomma cose che già sai.

Amazon in particolare inizia a starti addosso e se non rispetti i suoi standard, ti inizia a penalizzare, ti sospende i pagamenti, fino ad arrivare a condizioni in cui decide di mandarti via, senza alcuna possibilità di appello, anche se chiaramente tu sei la parte lesa e magari non hai colpa.

La cosa si verifica più frequentemente di quanto immagini.

Ma quello che ai venditore proprio non va giù sono i costi delle provvigioni.
Sono altissime e spesso si combatte con gli altri venditori per dei margini risicati al punto tale che se qualcosa va storto (reso, giacenza, etc.) inizi a perdere dei soldi.

Ora, cosa posso fare per te?

Lascia che mi presenti: sono Daniele Misto, sono un e commerce manager e gestisco il business di attività che hanno un giro d’affari online dai 1.000 ai 150.000 euro al mese (sì, ci sono attività che fanno questi volumi di vendita online).

Che cosa ti propongo?

Una soluzione molto semplice, che ti permetterà di sovvertire i ruoli tra te ed i marketplaces.

Non saranno più loro a sfruttarti, ma sarai tu a sfruttare loro.

 

Ecco il piano:

  • Immagina che un acquirente Amazon (o eBay) aprendo il pacco trovi una tua cartolina che gli offre un gadget in regalo;
  • Immagina che per ottenere il gadget debba fare una operazione semplice: inquadrare un QR-Code o andare su un link e lasciarti solo l’indirizzo email e basta;
  • Immagina che oltre al gadget tu lo incentivi offrendogli uno sconto extra che porta il prezzo dei tuoi prodotti sul sito, ad un prezzo più basso di quello di Amazon;
  • Immagina di poter offrire a quel cliente, quando arriva sul sito, una esperienza di acquisto fluida, coinvolgente e che la transazione sia per lui piacevole ed immediata;
  • Immagina di poterlo stupire (senza dirglielo), quando aprirà la scatola dell’acquisto presso il tuo sito, offrendogli qualche altro gadget, o uno sconto extra, o una qualsiasi altra cosa che lo faccia sentire speciale e coccolato;

Davanti tutto questo, vuoi che non comprino? …

Ed infatti comprano!

So già quali sono le tue obiezioni:

• Ehi, ma tutti questi sconti, tutti questi gadget, chi li paga?
• E se ad ogni cliente devo dare tutto questo ben di Dio, i margini saranno sempre ridotti!

E invece no!

Ascoltami bene: Amazon, nel contratto che ti ha fatto accettare, ti ha vincolato sul fatto che i tuoi prezzi sito NON debbano essere inferiori a quelli che pubblichi su Amazon.
Fino a pochi mesi fa, Amazon non se ne è curato ha lasciato correre…
ora invece sta facendo dei controlli a campione e se ti becca con il prezzo più basso, sei obbligato a ritoccarli verso l’alto, o ti mandano via.

Quello che ti propongo di fare, è aumentare i prezzi del sito, sì hai capito bene, aumentare i prezzi del sito.
Ti dirò poi come gestire i tuoi clienti abituali, ed i clienti di passaggio che arrivano da te per la prima volta, ti spiegherò come far vendere solo a loro ai tuoi prezzi abituali.

Dopo che avrai aumentato i prezzi, interveniamo tramite un sistema di ecommerce marketing automation (che ho sviluppato con il mio team di marketer e programmatori), e facciamo sì che il tuo sito “riconosca” l’utente che ha richiesto il gadget e mostri a lui (e soltanto a lui) il prezzo più basso di Amazon.

Ma attenzione: quello che ti propongo è un sistema che faccia tutto da solo senza alcun intervento da parte tua!.
E’ vero che puoi creare un gruppo di clienti al quale assegnare uno sconto particolare, ma è anche vero che dovresti stare tu dietro a tutto il percorso.
L’utente ti lascia l’email per ricevere il gadget:

  • TU DEVI registrare l’utente nel tuo e commerce;
  • TU DEVI creargli un profilo;
  • TU DEVI mandargli i dati di registrazione;
  • TU DEVI aspettare che faccia l’acquisto per ricordarti di mandargli il bonus successivo.

Con il mio team, io sono in grado di automatizzarti tutto il processo.
Quando il cliente ti lascia l’email, dopo qualche minuto è già un utente registrato nel tuo sito e commerce, ha già ricevuto il riepilogo del suo account e può già fare l’acquisto.
Se fai (o prevedi di fare) 20/30 ordini a settimana, l’impegno di gestire tutto a mano può diventare troppo pesante.
In fondo… devi fare l’imprenditore, mica il manovale?

Ma posso offrirti anche qualcosa in più.

Con il mio collega esperto di marketing, abbiamo studiato, sviluppato ed automatizzato anche il followup.

Ovvero: se il cliente si è registrato, ma passati 15 giorni non ha fatto alcun acquisto (cosa lecita per carità… ricordati che si è registrato dopo aver fatto già un acquisto), noi lo andiamo a ricontattare (via email, whatsapp, sms, a seconda di come preferisce) e gli ricordiamo che ha ancora il regalo da ritirare.

E se invece ha acquistato?
Niente di più bello… sulla base del suo comportamento inizieremo a contattarlo (con parsimonia senza rompergli le scatole), proponendogli offerte correlate con i suoi acquisti:

  • per categoria;
  • per prezzo;
  • per brand;
  • per taglia, etc. etc.

E tutto questo in maniera automatica!

Pensa al fatto che ogni giorno, saranno passati i 15 giorni per qualcuno, e per qualcun’altro ne saranno passati 30 e così via.
Gestire tutto a mano diventa quasi impossibile.

Invece immagina cosa significa per te avere un sistema che fa tutto da solo: entra in contatto con il cliente, se lo coccola, gli manda un promemoria, dialoga con lui… senza che tu faccia niente!

Ma la soddisfazione più grande è che il tuo sito inizia ad andare in attivo senza impiegare capitali nella SEO (indicizzazione su Google) e che soprattutto:

Sei tu a sfruttare Amazon e eBay e non viceversa!

Più cartoline mandi, più clienti puoi convertire!

Se ti piace quello che ti ho detto, e vuoi saperne di più, contattami via Telefono, e-Mail o Whatsapp/messenger cliccando sull’icona rossa a destra.

Alla prossima!