Le 3 caratteristiche chiave di un sito ecommerce professionale

Preventivi: come valutare un sito e commerce professionale

Preventivi: come valutare un sito e commerce professionale

Spesso, l’imprenditore alle prime armi che decide di far realizzare un sito e commerce (o già se ne è fatto realizzare uno) da un freelance o una agenzia, riceve dei preventivi con dei prezzi molto distanti tra loro. In determinati casi si opta per il preventivo più economico, ed in altri si sceglie in base alle referenze dell’agenzia web anche se il costo è (di solito) maggiore di quello del freelance.

Nessuna delle due scelte è condannabile, talvolta vi sono dei limiti effettivi al budget di spesa che inducono a scegliere il preventivo più basso e talvolta vi è la non perfetta conoscenza di cosa si sta per acquistare per l’importo richiesto.

Vediamo quindi quali devono e possono essere i punti da tenere in considerazione nell’analisi del preventivo per la realizzazione di un sito e commerce.

 

Il sito come il negozio deve essere accogliente

Il sito come il negozio deve essere accogliente

1- Sito e commerce accogliente

Partiamo con la caratteristica più difficile da valutare e che quasi sempre viene ignorata. Ma ignorare questa caratteristica rischia di minare alla base tutto il progetto e commerce in cui ci si sta imbarcando.
Cosa si intende per sito e commerce accogliente?

Il sito e commerce accogliente è quel sito che fa sentire subito “a casa” il nostro potenziale cliente. È il sito che conosce le abitudini e le voglie del cliente e si presenta con un layout grafico, con una scelta di colori e di font, che mettono a proprio agio il navigatore. E tutti noi sappiamo che in un ambiente confortevole siamo ben disposti a fare acquisti (i profumi di ambiente nei negozi di abbigliamento, le luci diffuse e riposanti dello show-room, sono alcuni tra gli esempi degli stores fisici che ci possono aiutare a capire il concetto).

Ma questo cosa significa in pratica? mica possiamo utilizzare l’olfatto nel web?
Assolutamente no! (o almeno… non ancora). Possiamo però partire da un concetto di base: conoscere il proprio cliente.

Riuscire ad inquadrarlo con caratteristiche come l’età, lo stato sociale, il bisogno che lo spinge a cercare i nostri prodotti, ed a quali nostri competitor si è rivolto sinora, ci aiuta a preparare una esperienza di acquisto gratificante per cui, una volta entrato nel nostro sito, non senta la mancanza degli accorgimenti dei nostri concorrenti, ma anzi si senta subito a suo agio e per questo ben predisposto all’acquisto.

 

Il sito deve essere facile da usare.

Il sito deve essere facile da usare, altrimenti…

2- Sito semplice da navigare

Il tempo è un bene prezioso, lo sanno benissimo i nostri clienti che non desiderano sprecarlo per capire come ordinare un prodotto, né per trovare il prodotto desiderano navigare tra mille pagine di categorie o salti da una sezione all’altra del sito. Può sembrare una sciocchezza, ma la realtà è questa. La maggior parte dei navigatori (alcune stime aggiornate al 2016 parlano del 56%) abbandonano il sito se non capiscono o non trovano quello che stanno cercando.
Mica vorrai investire in un sito che manda via oltre la metà dei visitatori che (con fatica) hai fatto arrivare al tuo sito?

 

Il sito deve essere compatibile con gli smartphone

Il sito deve essere compatibile con gli smartphone

3- Amico degli smartphone

Non è una novità, anche in Italia da circa 2 anni le persone che accedono ad internet tramite i devices mobili (smartphone e tablet) hanno superato in quantità le persone che accedono dal pc fisso. La stima aggiornata ad ottobre 2016 vede più del doppio della popolazione (46,3% vs 19,5%) mobile con un rapporto di  tempo speso online di oltre 3 a 1 (48:08 vs 14:32).

Digital Audience in Italia – Ottobre 2016 – Fonte: Audiweb

Quindi oggi è impensabile, anche per l’Italia non avere un sito ottimizzato per i devices mobili, e non sarebbe male pianificare per un futuro a medio termine anche la realizzazione di una app dedicata al nostro negozio.

.
Conclusione

Questi 3 punti sono, a mio avviso, solo il punto di partenza che l’imprenditore deve valutare prima di commissionare un sito ecommerce.

Vi sono poi una infinità di altri domande da porsi per valutare correttamente il preventivo, ne riporto alcune a titolo di esempio:

  • desideriamo interfacciare il sito con il nostro magazzino?
  • desideriamo connettere la gestione degli ordini con la contabilità?
  • vogliamo automatizzare la prenotazione della lettera di vettura con il corriere?
  • quante e quali modalità di pagamento vogliamo abilitare? (es. paypal, bonifico, postepay, contrassegno)
  • desideriamo offrire dei prodotti complementari all’acquisto? (es. cover abbinata allo smartphone)
  • come desideriamo far conoscere il sito ai nostri futuri clienti?
  • come vogliamo fidelizzare il nuovo cliente?

Le domande insomma sono tantissime. Iniziare a porsele prima di partire è già un buon segno. Mettere a fuoco il proprio obiettivo per l’investimento online, ci permetterà di orientarci nella scelta del preventivo più adatto alla nostra idea  per la vendita online.

Se avverti la necessità di una figura qualificata che possa darti supporto prima, durante e dopo l’avvio del tuo business online, hai bisogno di un e commerce manager come me.

Daniele Misto
Seguimi

Daniele Misto

eCommerce Manager at www.danielemisto.com
Aiuto aziende ed imprenditori a vendere online con più profitto. Lo faccio aumentando la visibilità del brand, introducendo il catalogo prodotti in nuovi mercati ed ottimizzando i processi interni (amministrazione, magazzino, logistica, customer care). In due parole sono un e-commerce manager. Utilizzo nelle mie strategie i marketplaces italiani ed esteri, e-commerce evoluti, social media marketing, videomarketing, email marketing, sms marketing.
Daniele Misto
Seguimi

2 pensieri su “Le 3 caratteristiche chiave di un sito ecommerce professionale

  • Ci sono numero agenzie web presenti in Italia che si occupano della realizzazione e promozione di siti internet compresi e-commerce. Io mi sono trovato bene http://kaistudio.it/. Loro hanno prezzi abbastanza abbordabili. Ma quanto costa grossomodo realizzare un sito e-commerce?
    Grazie

    • Salve,
      il costo di un sito ecommerce è influenzato da due elementi: la personalizzazione e l’implementazione delle funzionalità aggiuntive. Oggi infatti si preferisce partire da una piattaforma standard già pronta all’uso, per poi curare questi due aspetti.
      L’impegno della personalizzazione varia in base al posizionamento del brand: una cosa è realizzare un sito che vende prodotti battagliando solo sul prezzo basso (es. cineserie), altra è realizzare un sito che vada in sovrapposizione ad un mercato extralusso (es. orologi di fascia alta come i Rolex).

      Stessa identica cosa vale per le funzionalità, Le faccio qualche esempio oltre quelli già citati nell’articolo:
      Occorre la sincronizzazione dei prezzi con il gestionale?
      Si prevedono strategie di marketing massivo (es. mail marketing, sms marketing etc)?
      Si prevede l’espansione delle vendite all’estero?

      Molto spesso alcuni imprenditori ed imprenditrici si approcciano all’online senza prevedere a monte alcun piano strategico di sviluppo e sostenibilità del business digitale. Per cui anche il miglior sito, acquistato al prezzo più interessante rischia di essere un investimento vano se non supportato da una buona strategia. Occorre avere le idee chiare già prima del lancio, affinché lo strumento “sito ecommerce” sia funzionale agli obiettivi richiesti e sia grado di generare vendite e profitti nel minor tempo possibile.

      Non ho il piacere di conoscere l’agenzia da Lei segnalata, ma non ho motivi di dubitare delle loro capacità soprattutto se già avuto modo di lavorare con loro e si è trovato bene.
      Le suggerirei quindi prima di ogni cosa, di delineare obiettivi raggiungibili a breve, medio e lungo termine, stabilire quali possono essere gli indicatori per valutare i risultati raggiunti (KPI) e soprattutto tracciare una ipotesi realistica di quello che sarà il modello di business digitale che sosterrà l’intero progetto.

      Se Le occorrono altre indicazioni sono a Sua disposizione anche tramite la consulenza gratuita (La può richiedere cliccando sul pulsante presente a fine articolo).

      Cordiali saluti
      Daniele Misto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *