Amazon offre il repricing nativo

Nuova mossa di Amazon: il repricing nativo.

Nuova mossa di Amazon: il repricing nativo.

Dopo l’offerta di soluzioni di terze parti, da qualche giorno il colosso americano delle vendite online offre ai suoi venditori direttamente nel Sellercentral uno strumento in più: Il Repricing automatico. E’ infatti possibile impostare per ogni singolo sku una serie di regole sulla gestione del prezzo affinché risulti sempre il migliore a seconda delle azioni dei nostri concorrenti. L’idea è di scatenare una corsa al ribasso che farà felici gli acquirenti. Non è però una condanna per i venditori: questi ultimi infatti possono mettere in campo parametri importanti come il rating, la percentuale di soddisfazione, e l’uso della logistica al fine di ottenere la buybox SENZA fare troppi compromessi con il prezzo.

Anche in questo caso un buon piano di marketing online farà tutta la differenza.

I venditori “improvvisati” faranno a gara per ridurre il proprio margine fino a quando saranno costretti ad abbandonare. Il loro posto verrà occupato dai venditori lungimiranti che avranno adottato una strategia di presenza online che sia di respiro più ampio e che sfrutti l’omnicanalità per una crescita sicura e costante.

Daniele Misto
Seguimi

Daniele Misto

eCommerce Manager at www.danielemisto.com
Aiuto aziende ed imprenditori a vendere online con più profitto. Lo faccio aumentando la visibilità del brand, introducendo il catalogo prodotti in nuovi mercati ed ottimizzando i processi interni (amministrazione, magazzino, logistica, customer care). In due parole sono un e-commerce manager. Utilizzo nelle mie strategie i marketplaces italiani ed esteri, sales funnel, social media marketing, videomarketing, BOT, email marketing, sms marketing.
Daniele Misto
Seguimi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *